Gorizia
stampa

Andranno in pensione le tubature in amianto

I primi tre lotti sono già in corso coinvolgendo 9,6 km e un investimento di 3 milioni di euro

Parole chiave: tubatura (1), Irisacqua (1), amianto (13)
Andranno in pensione le tubature in amianto

Quasi 40 i chilometri della rete idrica del Comune di Gorizia che verranno riqualificati nei prossimi quattro anni.
Obiettivo dell’intervento, la dismissione di tutte le tubature in cemento amianto ancora esistenti
Gli interventi che Irisacqua porterà a compimento, in accordo con l’amministrazione Comunale, per un investimento totale di circa 12 milioni di euro riguarderanno tutto il territorio comunale.
I primi tre lotti sono già in corso e coinvolgeranno una lunghezza di 9,6 km e un investimento di 3 milioni di euro.
Nei prossimi anni saranno definiti e completati altri interventi per 28km e 9milioni di euro.
"Questi importanti interventi - ha commentato il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna - permetteranno non solo di migliorare significativamente la rete idrica ma, concordando i lavori con gli altri operatori, ci consentiranno di potenziare e ottimizzare anche i sottoservizi nelle aree interessate, come la fornitura di gas e la copertura in fibra ottica, oltre a rinnovare completamente il manto stradale in decine di vie della città nell’ottica di un miglioramento urbano in vista anche dell’afflusso turistico di cui beneficerà Gorizia nel 2025".
"Abbiamo concordato questi interventi con il Comune in modo da completare tutti i cantieri in tempo per il grande appuntamento che attende Gorizia come Capitale Europea della Cultura 2025 - ha aggiunto l’amministratore unico di Irisacqua, Gianbattista Graziani -. Oltre al principio di precauzione sul cemento amianto, sostituire queste tubature obsolete ridurrà significativamente le perdite idriche: questo è un obiettivo non solo perché l’acqua non è un bene infinito e va rispettato, ma anche perché meno acqua viene dispersa, minore energia elettrica è necessaria per il funzionamento dell’infrastruttura; un doppio risultato di ecosostenibilità ed efficientamento energetico".
"I 12 milioni di euro per la dismissione delle tubature in cemento amianto del Comune di Gorizia - ha concluso il direttore generale di Irisacqua, Paolo Lanari -, provengono dal progetto di finanza che Irisacqua ha chiuso con un pool di banche per un totale di 50 milioni di euro che serviranno a completare l’intervento in tutti i Comuni".
La sostituzione delle tubature in cemento amianto è infatti un progetto che Irisacqua svilupperà in tutto il territorio dei 25 Comuni nell’arco dei prossimi 10 anni, ponendosi tra i primi gestori in Italia a intraprendere, sulla base del principio di precauzione, un simile intervento.
Questo il dettaglio delle vie di Gorizia interessate, in toto o in parte, dai lavori dei primi tre lotti:
Lotto I, inizio lavori Ottobre 2021: via Borsi - Virgilio, via Bellinzona, via Arc. Margotti, via Contavalle, via De Gasperi, via Tominz, via Bosizio, via Alfieri.
Lotto II, inizio lavori Maggio 2021: via Puccini, via Cipriani, via Papa Giovanni XXIII, via F.lli Collinelli, via Rosselli, via dei Faiti, via F.lli Cossar.
Lotto III, inizio lavori Ottobre 2021: via Sottomonte, via Chiese Antiche, via Tasso, via Rupis, via Concordia, via Nuova, via Perco, via Bersaglieri, località San Roc di Luzzinis, via Venier, via Planiscig, via del Camposanto.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Andranno in pensione le tubature in amianto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.