Gorizia

Se n’è andato settembre, con il vento che continua a soffiare sull’anima, spogliandola.
Si srotolano i viali in un tappeto di foglie, brillanti sfumature sotto un cielo opaco.
Grigio questo primo sabato d’ottobre, nel cuore lo stesso colore di un Sabato Santo.
Nella tarda sera del 3 ottobre 1226, San Francesco accolse, sdraiato a braccia aperte sulla nuda terra, Sorella Morte circondato dai fratelli che il Signore gli donò.

Si intitola "I fiori dell’impero" la personale di Giancarlo Limoni che apre mercoledì 7 ottobre 2015 alle 18 alla Galleria d’arte "Mario Di Iorio" della Biblioteca statale isontina di Gorizia. Nato nel 1947 a Roma Limoni è considerato dalla critica tra i protagonisti della Nuova Scuola Romana.

Rimarrà aperta sino al 16 ottobre, nella Galleria del Kulturni dom di Gorizia (via I. Brass 20), la mostra collettiva fotografica di carattere internazionale "XVII Fotoincontro".

I professionisti del futuro del settore Moda si danno appuntamento a Gorizia. Grazie al progetto "Mittelmoda District", giunto alla terza edizione, gli studenti di tutte le scuole secondarie di secondo grado ad indirizzo Abbigliamento e Moda hanno la grande opportunità di mettersi in luce con le proprie idee e creazioni di fronte a un giuria di esperti.

Anche quest’anno riprenderanno le attività del progetto "Nonsolodoposcuola", realizzato su iniziativa dell’Associazione Famigliare "La Ginestra Onlus" di Gorizia grazie al contributo della Fondazione Carigo e alla collaborazione con la parrocchia del Sacro Cuore e la Caritas Diocesana.

"Gusti di Frontiera non è più una festa, ma un vero e proprio festival dell’enogastronomia. E’ nostra ferma intenzione trasformarlo definitivamente in un festival dell’enogastronomia e delle culture di confine, esaltandone questo aspetto". Sono queste le prime dichiarazioni di Ettore Romoli, sindaco di Gorizia, al termine della dodicesima edizione di Gusti di Frontiera, edizione da record che tra espositori, numeri di presenze, consumi e servizi messi a disposizione ha registrato numeri mai toccati sinora.

È ricco di appuntamenti il calendario della Biblioteca statale isontina. Assai varia è la proposta culturale realizzata in collaborazione con diverse realtà cittadine e del territorio che comprende presentazione di libri, incontri e mostre.

Definito il programma dell’Associazione Concordia et Pax per i prossimi mesi. Per l’annuale incontro di ottobre di "Sentieri di memoria e di riconciliazione" l’appuntamento è per sabato 24 a Palmanova dove verrà fatta memoria delle vicende avvenute in quella località all’inizio della prima guerra mondiale e poi durante la seconda guerra mondiale.

Sono più di 350 gli stand che, nei quattro giorni di Gusti di Frontiera - kermesse enogastronomica ormai affermatissima a livello regionale e transalpino, in programma dal 24 al 27 settembre a Gorizia - intratterranno tutti i visitatori con tanti gustosi piatti della tradizione dei propri Paesi d’origine, accompagnati da immancabili bevande altrettanto tipiche.

Il Liceo Classico "Dante Alighieri" di Gorizia, ha iniziato quest’anno scolastico con una sorpresa poco piacevole.
Nonostante i numerosi sforzi fatti dai docenti e dagli stessi studenti per attirare nuovi iscritti, le classi prime sono nuovamente ridotte a una sola, questa volta di ben 29 ragazzi.

Venerdì scorso ai Musei Provinciali di Gorizia, in Borgo Castello 13 è stata inaugurata la sezione "Fotografie" della mostra Guglielmo Coronini e l’anniversario della Grande Guerra - "Gorizia 1915-1918": riflessioni e curiosità a quarant’anni dalla pubblicazione.

E' ricco di appuntamenti il calendario delle iniziative in programma alla Biblioteca statale isontina di Gorizia nei prossimi giorni, fra finissage, inaugurazioni di mostre e incontri inseriti nelle Giornate europee del Patrimonio.

Settembre è sempre il mese in cui si tracciano i primi bilanci di un anno e si programmano iniziative: così anche per la Conferenza San Vincenzo del Duomo, che ormai è in attività da 137 anni a Gorizia, e osserva come cambiano le esigenze delle persone e le forme di solidarietà, continuando l’attività instancabilmente, anche se far fronte alla crisi è sempre più difficile.

E' necessaria una più equa ridostruibuzione dei profughi sul territorio regionale in quanto vi sono realtà, come quella Isontina, oggi particolarmente in sofferenza.
È quanto emerso durante l’audizione dell’assessore Gianni Torrenti lunedì scorso in VI Commissione del Consiglio regionale.

Con una partecipata cerimonia, la città di Gorizia ha reso omaggio venerdì scorso alla memoria dell’arcivescovo Pietro Cocolin con l’intitolazione al suo nome di uno dei controviali dei Giardini Pubblici.

Dopo la cessione dello storico edificio intitolato a San Luigi: "Le attività giovanili continuano tutte e rimangono al San Luigi, coordinate dal gruppo di animatori. La chiesa rimarrà disponibile per le solite celebrazioni"

È stato il vescovo emerito di Koper, mons. Metod Pirih, a benedire nella Vigilia della festa dell’Assunzione di Maria la nuova Cappella lungo la strada che conduce al santuario mariano di Monte Santo - Svetagora. Il presule ha quindi presieduto la solenne concelebrazione eucaristica e la processione che tradizionalmente si svolge nella vigilia della solennità mariana.

Si svolgerà dal 5 al 13 Settembre 2015 al Teatro “L. Bratuž” di Gorizia (Viale XX Settembre, 85)  il 34° Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer”, organizzato dall’Associazione Culturale “R. Lipizer”.

Dal 28 al 30 agosto centinaia gli atleti provenienti da Austria, Slovenia, Friuli e altre regioni italiane, che per tre giorni si sfideranno in gare di basket, volley, rugby, tennis e pallamano tra Gorizia e Nova Gorica

La rassegna è da quest’anno organizzata dalla "neonata" Associazione "Etnos", che raccoglie il passaggio del testimone dalla Pro Loco

Continuano ad aumentare le novità per la prossima edizione di "Gusti di Frontera". La Regione, grazie alla collaborazione con Trenitalia, metterà a disposizione una serie di treni speciali per raggiungere Gorizia nei giorni clou della manifestazione, che lo scorso anno ha portato nel capoluogo isontino oltre 450 mila persone, con una massiccia partecipazione anche da Udine, Trieste e Monfalcone, da quest’anno collegate alla festa con una serie di convogli straordinari.

Cosa bolle nella pentola di Gusti di Frontiera? Il programma della kermesse gastronomica è ancora tutto in divenire, ma sono già molte le novità per i tanti golosi isontini - e non solo - affezionati alla manifestazione.

A migliaia sono passati per l’ex Ospedale Psichiatrico Provinciale, centinaia e centinaia di volti, di persone e di storie, trattati molto spesso non con la dignità che sarebbe spettata loro fino all’arrivo di Franco Basaglia, che proprio all’ex OPP goriziano iniziò il suo rivoluzionario percorso di cura, riabilitazione e integrazione per le persone affette da disturbi psichici.

Una grande folla di amici ed estimatori -provenienti da molti paesi del Goriziano italiano e sloveno - ha salutato venerdì scorso prima alla cappella dell’ospedale e poi al Centro culturale sloveno di via Brass, Silvino Poletto.