Gorizia

Compito degli anniversari è quello di ricordare avvenimenti rilevanti nella storia dell’interessato/a, la memoria è infatti un antidoto rispetto all’impietoso scorrere del tempo che consuma le esistenze umane.

Fino al 31 gennaio è visitabile a Palazzo Attems - Petzenstein la mostra "Franco Dugo. Dipingere il silenzio. Opere 1997 - 2015". La personale dell’artista nasce da una collaborazione tra Credito Cooperativo - Cassa Rurale ed Artigiana di Lucinico Farra e Capriva, Provincia di Gorizia e Musei Provinciali, riuniti per dare vita al "Progetto Arte", fortemente voluto proprio dalla BCC.

Giovedi 26 il Pastor Angelicus di Via Rabatta, Sala Marcuzzi alle 18, ospita il secondo dei quattro appuntamenti del ciclo "Percorsi InFormativi" organizzati dal Circolo Medeot.

Il Centro Studium ha allestito nelle scorse settimana nei locali del Liceo "Paolino d’Aquileia" una mostra su "Le forze che cambiano la storia: dall’unità d’Italia ad oggi".

Quarant’anni fa, il 10 novembre 1975, Italia e Jugoslavia si incontravano nella cittadina marchigiana di Osimo per sottoscrivere l’importante trattato che metteva fine ad ogni possibile contenzioso sui confini tra i due Stati, aprendo lo scenario dell’integrazione europea.

Unire i radioamatori di tutto il mondo sotto un unico messaggio di "pace e benessere": un sogno che, proprio in questi giorni, diventa realtà con il contest "Award 72".

Domenica 1 novembre si è ripetuta nel cimitero centrale di Gorizia la celebrazione in commemorazione di tutti i fedeli defunti. Il rito è stato presieduto dall’arcivescovo Carlo alla presenza dei sacerdoti in servizio pastorale in città e di molti fedeli. Pubblichiamo i passi centrali dell’omelia di mons. Redaelli.

A volte nasce nelle persone il desiderio di fare qualcosa per gli altri, ma di non sapere bene come orientarsi e da quale parte cominciare. Per venire incontro a chi intuisce che il volontariato potrebbe arricchire la propria vita e quella degli altri, viene proposta l’iniziativa "Giovani per gli altri", ovvero un breve itinerario di introduzione al volontariato.

La Provincia di Gorizia è da sempre impegnata per sensibilizzare la sua cittadinanza ad un corretto smaltimento dei rifiuti. Nell’ultimo anno ha introdotto numerose novità, come le "Ecofeste" e la sperimentazione della raccolta con microchip.

Con il Patrocinio della Fondazione Carigo di Gorizia, in collaborazione con l’ICM e l’ISSR L’’Associazione Concordia et Pax organizza venerdì 13 novembre, alle 17.30,  ella sala della Fondazione in via Carducci 1. la presentazione del libro "Le Dolomiti del Terzo Reich", dell’editore Mursia di Milano.
La presentazione sarà a cura del  prof. Georg.Meyr e della prof. Giulia Caccamo e sarà presente l’autore: il dott. Lorenzo Baratter.

L'Associazione Concordia et Pax, dopo l’incontro dei "sentieri di memoria e riconciliazione" a Palmanova, venerdì scorso, antivigilia della festa dei Santi e della Commemorazione dei defunti, con una cerimonia sobria e semplice, ha fatto memoria a Tarnova-Trnovo presso i luoghi delle sofferenze e del dolore a settanta anni dalla fine della seconda guerra mondiale.

"Se vogliamo capire il "secolo breve", dobbiamo indagarne la parte peggiore, le pieghe oscure". Così lo studioso Fabio Vander in un’intervista sul suo libro "Porzûs. "Guerra totale e Resistenza nel Nord-Est", da poco uscito nella collana Novecento della Leg edizioni.

Ha preso il via il ciclo di quattro incontri promossi dal Circolo Camillo Medeot all’interno del progetto Percorsi INformativi e dal titolo Percorsi verso l’integrazione possibile e sostenibile degli immigrati - Tra accoglienza e crisi di identità, che ha affrontato in maniera oggettiva un tema tanto vivo e altrettanto sentito, anche dal territorio isontino , quale quello dell’immigrazione.

Del fenomeno "immigrazioni" si è parlato in maniera approfondita, di fronte ad una platea molto numerosa ed attenta, presso la Sala "Incontro" della Parrocchia di San Rocco a Gorizia, in una serata organizzata dall’Associazione culturale Libertà Territorio Soldarietà, in collaborazione con il Centro Culturale Incontro.

La Casa provinciale per Ferie "monsignor Luigi Faidutti" a Bagni di Lusnizza festeggia i suoi 25 anni di attività. Dal 1990 sono state centinaia le associazioni, società sportive e parrocchie che hanno soggiornato nell’edificio di proprietà della Provincia di Gorizia: 27.000 ospiti, il 65% dei quali appartiene ad associazioni Onlus o a gruppi giovanili parrocchiali, con una media di 5.000 presenze l’anno e un totale di 140.000 pernottamenti nei 94 posti letto disponibili.

In occasione della Giornata missionaria mondiale di domenica 18 ottobre, nella bustina per la raccolta delle offerte a favore delle Missioni era scritto: "sono molte le necessità materiali ed economiche delle missioni: non solo per fondare la chiesa con strutture minime ma anche per sostenere le opere di carità, di educazione e di promozione umana", (dall’Enciclica Redemptoris Missio, n.81).

Si intitola "I viandanti del mondo. Memorie: storie e storie di migrazioni" lo spettacolo, per la regia di Vito Dalò, che andrà in scena venerdì 30 ottobre, con inizio alle ore 20.30, presso la Sala "Incontro" della parrocchia di San Rocco, in via Veniero 1 a Gorizia.

Una bella giornata di sole ha accompagnato i partecipanti all’incontro di Concordia et Pax a Palmanova. Presenti il sindaco della cittadina, i presuli di Gorizia e di Koper, i parlamentari Giorgio Brandolin e Ivano Strizzolo, autorità cittadine, associazioni combattentistiche e della resistenza, reduci della resistenza e della guerra, con la presenza degli alunni e degli insegnanti delle scuole superiori della città.

La luce e il senso del sacro insito nella natura, ma anche rappresentato dall’archittettura di chiese e campanili, sono peculiarità distintive dell’opera pittorica di Giuseppe Cej che espone alla Galleria "Mario Di Iorio" della Biblioteca statale isontina fino al 10 novembre.

In mostra circa quattrocento tra dipinti, incisioni, xilografie, libri e documenti, tutti provenienti da proprietà private al Museo di Santa Chiara