Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Riaperto ai fedeli il santuario mariano del Preval

L’edizione 2021 del premio "San Marco" assegnato alla squadra locale della Protezione civile al termine della liturgia celebrata il 25 aprile

Parole chiave: Preval (17), riapertura (13)
Riaperto ai fedeli il santuario mariano del Preval

La S. Messa del Lunedi dell’Angelo, ma in modo particolare la celebrazione serale del 25 aprile, hanno ufficialmente segnato la riapertura del Santuario del Preval rimasto chiuso dall’inizio della pandemia. Naturalmente, per ogni appuntamento rimane sempre il rispetto delle regole per la prevenzione del Covid-19.
La S. Messa del 25 aprile è stata particolarmente vissuta e toccante. Secondo la tradizione, viene celebrata nella piccola chiesetta campestre in quanto, originariamente, era dedicata proprio a S. Marco Evangelista; attorno ad essa, un tempo si svolgevano anche le Rogazioni Maggiori per implorare la benedizione del Signore su tutta la valle del Preval per la gran parte adibita a coltivazione.
Al termine della celebrazione segnata dalla figura del Buon Pastore propria della liturgia del giorno, IV^ domenica di Pasqua, come da consuetudine è seguito il conferimento del riconoscimento "San Marco 2021" da parte del sindaco di Mossa dott.ssa Emanuela Russian a favore di una persona o associazione della Comunità che si è spesa per il bene del paese. Quest’anno, la riconoscenza è andata alla locale Protezione Civile a motivo del loro costante e fondamentale servizio svolto all’interno del Comune di Mossa, ma non solo, soprattutto in questo ultimo tempo segnato dalla pandemia. Toccanti le parole della dott.ssa Russian che ha presentato l’operato della Protezione Civile come un modo bello, utile, gratuito e soprattutto importante di spendere la propria vita.
Per tutti, un segno di grande speranza per il presente e per il futuro; per le nuove generazioni in particolare, un monito su come impegnare al meglio la propria vita al servizio del prossimo. È quindi seguita la benedizione esterna della campagna in continuità con il rito delle Rogazioni Maggiori e la benedizione di due nuovi mezzi per le attività proprie della Protezione Civile.
Continuano, ora, gli appuntamenti presso il Santuario Mariano del Preval che rappresenta un vero punto di riferimento per la vita di fede soprattutto dei fedeli confinanti.
Come da tradizione, sabato 1 maggio si terrà la "Giornata Eucaristica": alle ore 12.00 ci sarà la preghiera dell’Angelus con l’esposizione del SS.mo Sacramento; seguirà l’adorazione personale fino alle ore 17.15. Dalle ore 15.00 alle ore 17.00 ci sarà anche la possibilità di accostarsi al Sacramento della Confessione.
 Alle ore 17.15 la Benedizione Eucaristica e alle ore 17.30 l’apertura del Mese di Maggio per tutta l’Unità Pastorale di Madonnina - Lucinico - Mossa con la recita del S. Rosario Comunitario.
Alle ore 18.00 verrà quindi celebrata la S. Messa prefestiva. Sempre presso il piccolo Santuario campestre, domenica 2 maggio e così ogni domenica del Mese Mariano, alle ore 17.30 verrà recita il S. Rosario e, a seguire, la S. Messa vespertina alle ore 18.00.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Riaperto ai fedeli il santuario mariano del Preval
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.