Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Luci & Ombre sul Carso

Conclusa con un ottimo successo di pubblico la rassegna storica. Prossimo appuntamento il concerto "Terra senza Vincitori" in programma il 28 agosto al Piazzale delle Pietre d’Italia

Parole chiave: Carso (9), Prima Guerra Mondiale (101)
Luci & Ombre sul Carso

Con "’99 Rico va alla guerra" si è conclusa l’edizione 2021 di Luci & Ombre sul Carso della Grande Guerra.
Una rassegna con quattro giornate dedicate alla conoscenza e al racconto storico delle varie vicissitudini non solo della Grande Guerra ma anche del periodo che intercorse tra i due conflitti mondiali.
Partecipazione anche alle presentazioni editoriali, novità assoluta dell’edizione 2021.
Momenti alla scoperta di opere non ancora presentate e ospitati all’interno di una delle tre doline che compongono il Comprensorio.
Tra le varie la presentazione del diario inedito di don Umberto Lazzari, "Torneremo forti e gloriosi", curato da un gruppo di appassionati coordinati da Riccardo Ravizza, presente all’evento. A presentare il libro il cappellano militare del Sacrario di Redipuglia, don Sigismondo Schiavone, e Domenico Calesso, tra gli autori.
A moderare il direttore del settimanale diocesano di Gorizia Voce Isontina, Mauro Ungaro. Appassionato l’intervento di don Sigismondo che, nel leggere alcuni passi del diario, ha ricordato l’importanza della figura dei cappellani militari all’interno della vita e del lavoro militare.
Si è trattato di una "rassegna rinnovata con nuove offerte turistiche come le presentazioni editoriali del pomeriggio, bike e nordic walking sotto le stelle che ha saputo catturare l’interesse coniugando storia, cultura, natura ed enogastronomia del territorio in chiave slow", come racconta la presidente, Marta Lollis.
"Un turismo esperienziale modellato direttamente dal turista in base ai suoi gusti. La sinergia tra esperti grande guerra, accompagnatori sportivi, storici ed associazioni alla base di questo successo con sold out in quasi tutte le serate".
Un servizio e una proposta unici nel settore, specialmente per quanto riguarda il racconto storico di quell’epoca.
"Indispensabile è stato il lavoro di tutti, dai volontari insostituibili all’ufficio IAT e ufficio stampa, al sostegno dei vari enti pubblici, prima fra tutte l’amministrazione comunale di Fogliano Redipuglia con la presenza del sindaco Cristiana Pisano ed Onorcaduti - Ministero della difesa con il Direttore del Sacrario di Redipuglia, il tenente colonnello Massimiliano Fioretti".
Il ringraziamento del sodalizio va anche "alla Società agricola Gandin Marcellino per l’alta qualità del servizio offerto nel pieno rispetto delle normative covid. Ora si prosegue con il concerto Terra senza Vincitori del 28 agosto nell’ambito del progetto #storytellersww1 che vedrà su Piazzale delle Pietre d’Italia l’esibizione del Coro Ana di Oderzo diretto dal maestro Claudio Provedel con la presenza del maestro Bepi de Marzi".
Per l’occasione la Pro Loco sta predisponendo 150 posti con prenotazione obbligatoria".
Non solo, perché, poco dopo, dal 3 al 7 settembre, si terrà la Romea Strata Fvg, "in cammino per Terra e per Mare", dal santuario di Monte Grado a Miren fino alle Foci dello Stella, passando per Fogliano, San Pier d’Isonzo, San Canzian d’Isonzo, Aquileia, Grado e Barbana, Cervignano e Muzzana.
La prenotazione è obbligatoria per tutti gli eventi, che si svolgeranno nel rispetto delle norme Covid, contattando la Pro Loco Fogliano Redipuglia al 3461761913, 0481489139 o via mail info@prolocofoglianoredipuglia.it.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Luci & Ombre sul Carso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.