Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

La festa dell’Assunta

Mossa si appresta a celebrare una delle ricorrenze più sentite dalla comunità

Parole chiave: Assunta (5)
La festa dell’Assunta

Mossa si prepara a celebrare una delle ricorrenze religiose più sentite dalla Comunità, ossia la "Festa dell’Assunta", in programma per sabato prossimo 15 agosto.
L’evento è ben radicato nei secoli e, soprattutto fino a qualche anno fa, vedeva il coinvolgimento non solo dei mossesi, ma anche dei paesi limitrofi e del Collio italiano e sloveno. Sono molti gli interrogativi sul consueto svolgimento a causa dell’epidemia di coronavirus.
Proprio per questo, all’inizio del mese di luglio si è tenuto un primo incontro tra il parroco, don Moris, il sindaco, Emanuela Russian, il capogruppo del Alpini, Claudio Battistutta, e il coordinatore del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Bruno Bevilacqua.
La finalità era quella di valutare la fattibilità e le modalità della Festa a motivo delle restrizioni per contenere il diffondersi del virus Covid-19.
Dopo un confronto tra i presenti, valutate anche le relative disposizioni e normative del Governo e sentito anche il maresciallo dei Carabinieri Sandro Zucco, è stata confermata la possibilità di svolgere la tradizionale processione, punto culminante della manifestazione, con l’osservanza delle dovute regole e con l’aiuto dei Carabinieri, degli Alpini e della Protezione Civile.
L’esito dell’incontro è stato poi riportato nel corso di una riunione al Consiglio Pastorale Parrocchiale, per l’occasione allargato anche ad altri volontari della Parrocchia, che ha accolto positivamente la bella opportunità dando così avvio alla stesura del programma della Festa.
Sabato 15 agosto, la S. Messa solenne - Messa Granda - verrà quindi celebrata alle ore 18.30 all’aperto, sul sagrato della chiesa parrocchiale all’ombra degli alberi, a cui seguirà la processione con la statua dell’Assunta lungo le vie del paese, con il consueto percorso e apparato coreografico.
L’animazione è affidata alla "Corale San Marco" diretta dalla maestra Elisa Toros e al "Gruppo di musica d’insieme" guidato dalla maestra Mariangela Bullitta, sempre con il dovuto rispetto dei protocolli anti Covid-19.
A mezzogiorno si terrà la preghiera dell’Angelus con la benedizione dei mezzi di trasporto all’ingresso del viale che conduce alla parrocchiale.
La giornata sarà allietata dal suono festoso delle campane, grazie alla maestria del "Grup Cultural Furlan Scampanotadors Mossa".
Viene invece sospeso il momento conviviale che generalmente si teneva negli spazi parrocchiali al termine della celebrazione.
La Festa sarà preceduta da un Triduo di preparazione con la recita del S. Rosario alle ore 18 e la celebrazione della S. Messa alle ore 18.30. Già sabato 1 agosto, la venerata immagine della Madonna è stata esposta sul suo pregevole trono per la venerazione dei fedeli.
Una "Festa dell’Assunta", dunque, con alcuni inevitabili limiti; ma ciò che è importante è la parte prettamente religiosa che è stata comunque salvaguarda pur con le dovute attenzioni e accortezze che la situazione presente ci impone.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La festa dell’Assunta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.