Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Il benvenuto di Medea a don Federico Basso

Il "grazie" della comunità a mons. Mauro Belletti che continuerà anche in futuro a prestare il proprio servizio pastorale a favore delle diverse parrocchie

Parole chiave: don Federico Basso (5), parroco (6), benvenuto (2)
Il benvenuto di Medea a don Federico Basso

Grande festa sabato sera a Medea per l’ingresso ufficiale del nuovo parroco, don Federico Basso che guiderà la parrocchia di Santa Maria Assunta in sostituzione di Monsignor Mauro Belletti che dopo sei anni ha lasciato la guida pastorale della comunità. Una calorosissima accoglienza ha accompagnato don Federico in tutta la  sua prima giornata in mezzo alla nuova comunità.
A salutarlo c’erano famiglie, anziani, bambini e fedeli giunti dai paesi di Aiello, Joannis e San Vito al Torre Nogaredo, parrocchie che don Federico continuerà a guidare assieme a quelle di Medea e di Chiopris Viscone.
Il sindaco Igor Godeas ha dato il benvenuto al nuovo parroco da parte dell’Amministrazione comunale e di tutta la società civile. La cerimonia di insediamento  con la consegna delle chiavi della Chiesa ha preceduto la Santa Messa che è stata poi concelebrata da don Federico, dal vicario generale della diocesi di Gorizia Mons. Adelchi Cabass, dall’ex parroco Monsignor Mauro Belletti, da monsignor Michele Centomo e alla presenza del  direttore dell’Istituto Villa Santa Maria Della Pace di Medea, padre Rocco Cosi.
Una messa molto partecipata, con i fedeli che si sono stretti attorno al nuovo parroco per far sentire tutto il loro affetto.
Don Federico ha puntato molto sul concetto di "famiglia", affermando più volte la necessità della sua parrocchia di saper essere una comunità unita e viva come una famiglia. "Sono stato scelto per guidare questa parrocchia , un compito  che non sarà facile e vi chiedo di starmi vicino. Tutti assieme dobbiamo essere come una famiglia  cercando di collaborare e aiutarci a vicenda nei momenti di gioia  e di sofferenza".   
Manifestazioni di stima e di gratitudine sono stati espressi da don Federico e da tutta la cittadinanza nei confronti di don Mauro. Anche se non sarà più il parroco del paese, don Mauro continuerà ad essere un punto di riferimento importante per la comunità come coadiutore del nuovo parroco  nelle parrocchie da lui guidate.
Al termine del rito religioso un rappresentante del Consiglio Parrocchiale ha dato il benvenuto al nuovo parroco e donato  un quadro con la riproduzione delle tre chiese di Medea mentre i bambini hanno regalato a don Federico un  altro quadro con la raffigurazione dell’Ara Pacis Mundi. In sala parrocchiale c’è stato poi un momento conviviale e una prima occasione di conoscenza reciproca  tra  don Federico e i suoi nuovi parrocchiani.

© Voce Isontina 2023 - Riproduzione riservata
Il benvenuto di Medea a don Federico Basso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.