Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Due concerti per ripartire

L’orchestra d’archi di Farra ritorna ad esibirsi dal vivo dopo un anno di stop

Parole chiave: orchestra d'archi (7)
Due concerti per ripartire

Due concerti per ripartire: questo è l’obiettivo dell’Orchestra d’Archi di Farra d’Isonzo, che il 20 e 21 giugno 2021 ritornerà a esibirsi dal vivo, dopo oltre un anno di stop dovuto alla pandemia.
Entrambi i concerti avranno luogo nella suggestiva Tenuta Villanova del comune isontino; il primo si terrà alle ore 11.00 in occasione di Cantine Aperte, mentre il secondo si svolgerà alle 20.30, per celebrare la Festa Europea della Musica.
Il repertorio preparato dalla formazione guidata da Annalisa Clemente sarà ricco e variegato, spaziando da Mozart ad Anderson, passando per Grieg e Vivaldi. Infatti, i musicisti farresi proporranno il Concerto grosso op. 3 n. 11 di Antonio Vivaldi, con i solisti Simone Valente (I violino), Barbara Masseni (II violino) e Francesco Milanese (violoncello). Dopodiché toccherà alla Holberg Suite op. 40 di Edvard Grieg, di cui l’Orchestra d’Archi eseguirà il Preludio, l’Aria e il Rigadon. Verrà, poi, proposta la Scena XII dal Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, con la voce del soprano Francesca Bressan. Ampio spazio troverà l’opera del prolifico compositore Leroy Anderson, con The Syncopated Clock, Plink, Plank, Plunk, Forgotten Dreams e The Typewriter, quest’ultimo brano impreziosito dalla performance di Lorenzo Mazzarella.
Infine, a chiudere entrambe le esibizioni, sarà l’Allegretto dal Palladio di Richard Jenkins.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Due concerti per ripartire
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.