Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Testimonianze che fanno crescere la propria comunità

Cerimonia di consegna il 2 giugno a Ruda della 22^ edizione del Premio "Croce di Malta"

Parole chiave: Premio Croce di Malta (1)
Testimonianze che fanno crescere la propria comunità

  l giorno 2 giugno, la comunità di Ruda ricorda in modo se possibile ancora più solenne la nascita della Repubblica italiana vivendo questa ricorrenza anche come l’occasione per conferire particolari riconoscimenti a chi, tra cittadini e realtà locali, si è particolarmente distinto nel corso dell’anno nella propria opera a servizio della popolazione.
E così è avvenuto anche in questa occasione con la consegna della 22^ edizione del "Premio Croce di Malta" avvenuta nel cortile dell’ex caserma Jesi davanti ad un folto gruppo di persone, presenti i labari di molte associazioni combattentistiche.
All’inizio della cerimonia, il sindaco del Consiglio Comunale dei ragazzi, Gaia Buttignon, ha consegnato la Costituzione Italiana ai neo diciottenni e successivamente è spettato al sindaco di Ruda, Franco Lenarduzzi, premiare Fidalmo Morsut la Croce di Malta.
La lettura della motivazione ha evidenziato il coinvolgimento del premiato nella vita politica, amministrativa e sociale del Comune, il suo ancora attuale impegno come volontario nella cura dell’area sportiva di San Nicolò e nella guida come dirigente prima e presidente poi della Coop Consumatori di Ruda per oltre un trentennio, "dimostrandosi sempre una persona discreta, modesta e contemporaneamente attiva e partecipe".
L’altra Croce di Malta è stata assegnata ai titolari del Panificio Paviz per "i molti decenni di attività nella panificazione e nella vendita di alimentari nel rispetto della tradizione familiare, gestendo non solo un negozio ma anche un luogo d’incontro per la comunità di Perteole, rendendosi sempre disponibili a portare il pane a domicilio scambiando una parola con le persone più sole".
Infine, il premio Croce di Malta "Mauro Stafuzza" è stato destinato quest’anno a Francesco Gratton "per il generoso e sempre discreto impegno rivolto verso la comunità rudese, anche come amministratore locale, facendo parte, spesso con ruoli dirigenziali, di numerose associazioni culturali e ricreative".
Gratton è stato premiato anche "per il dono della propria silenziosa collaborazione all’interno della comunità cristiana con profondo spirito di inclusione contribuendo alla crescita di generazioni di "zagos" che di lui serbano un ricordo ricco di affetto".
Nel corso della cerimonia, sono stati consegnati anche attestati di benemerenza alle pallavoliste dell’Istituto Comprensivo Destra Torre, a Sofia Ceppellotti, a Cristian Derosa e alla famiglia Venturini Alberto, Maria Cristina e Andrea.
La commissione che ha determinato l’assegnazione delle Croci di Malta, presieduta dal sindaco di Ruda, Franco Lenarduzzi, era composta da Palmina Mian, Alfonso Marcellino Sgubin, Lorenzo Fumo, Chiara Angeli e Leonardo Godeas e Bruno Berto.

© Voce Isontina 2023 - Riproduzione riservata
Testimonianze che fanno crescere la propria comunità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.