Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Ramazze e rastrelli: volontari all’opera a Cervignano

Divisi in squadre si sono dati da fare per sopperire alla mancanza di senso civico di alcuni loro concittadini e ripulire varie aree del borgo medievale di Strassoldo e vicolo Mulinaris a Cervignano

Parole chiave: pulizia (5), senso civico (1), volontariato (27)
Ramazze e rastrelli: volontari all’opera a Cervignano

Nei giorni scorsi alcune decine di cervignanesi e di abitanti della frazione di Strassoldo, armati anzitutto di ottimo senso civico, poi di guanti, pale, ramazze, pattumiere, rastrelli e sacchi delle immondizie, si sono presi l’impegno di ripulire la città.
Divisi in varie squadre, i volontari si sono prodigati nel pulire varie aree del borgo medievale della frazione di Strassoldo, quali le vie San Gallo, Torat, San Marco, Gradisca, Julia Augusta e il fiume Taglio che attraversa l’abitato strassoldino. Oltre alla sensibilizzazione dei cittadini sulla tutela dell’ambiente, c’è stata l’opportunità per un momento di socializzazione.
Si è provveduto alla raccolta dei sempre odiosi rifiuti abbandonati sul territorio, ma si è anche puntato alla pulizia di un’area di verde.
A Cervignano, invece, i volontari si sono adoperati per la sistemazione del vicolo Mulinaris. Si tratta di un’area a forte degrado, perché spesso è usata alla stregua di un gabinetto per cani. Ma, anche qui, i rifiuti non sono mancati. Si può ben dire che si tratta di una discarica abusiva a cielo aperto, per la quantità di materiale ritrovato e che invece andrebbe opportunamente smaltito. Evidentemente il senso civico di, per fortuna pochi cittadini, è assolutamente inesistente. Ma, per le loro azioni, si rischia di mettere a rischio la raccolta differenziata dei rifiuti, che deve essere vista come una conquista di civiltà e a tutela della salute e dell’igiene pubblico. Quest’ultima, varata alcuni anni or sono, nel tempo sta dando risultati lusinghieri, in quanto a materiale che viene recuperato per poi essere riciclato, anziché essere conferito in discarica, come avveniva diversi anni fa, con costi di gestione e smaltimento sicuramente non più affrontabili per una città come Cervignano.
Ciò che ancora emerge, altresì, è il non sempre adeguato senso civico in tema di tutela ambientale. Il territorio, insomma, visto ancora come non una risorsa, ma un luogo dove depositare rifiuti in spregio alle più elementari norme civili.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Ramazze e rastrelli: volontari all’opera a Cervignano
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.