Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Passi avanti per il recupero dell’ex Amideria

Firmato un accordo di collaborazione amministrativa che permetterà di attivare la progettazione e la relativa realizzazione di lavori per un valore di 1,8 milioni di euro

Parole chiave: ex Amideria (1)
Passi avanti per il recupero dell’ex Amideria

Un altro tassello verso la completa riqualificazione dell’ex Amideria Chiozza di Perteole. È stato firmato un accordo di collaborazione amministrativa tra Comune di Ruda e Segretariato Regionale del MiC - Ministero della Cultura - per il Friuli Venezia Giulia, che permetterà di attivare la progettazione e la relativa realizzazione di lavori per un valore di 1,8 milioni di euro.
Il documento è stato sottoscritto nei giorni scorsi dal sindaco Franco Lenarduzzi e dal Segretario Regionale Roberto Cassanelli.
"Il progetto di riqualificazione dell’Amideria sta prendendo finalmente forma. Oltre ai fondi necessari, ora abbiamo la possibilità di velocizzare il complesso iter burocratico necessario alla realizzazione. Ringrazio il Segretariato regionale per la collaborazione. Dopo l’individuazione, di poche settimane fa, dei professionisti che saranno chiamati ad immaginare e disegnare il nuovo complesso, da oggi spetterà al Comune di Ruda il ruolo di stazione appaltante e quindi la realizzazione di tutte le procedure di gara, anche per il finanziamento del Ministero della Cultura. Un compito non facile ma su cui ci stiamo e metteremo tutte le nostre energie e capacità", ha commentato il Sindaco di Ruda Franco Lenarduzzi.
Il Segretario regionale Roberto Cassanelli e la Soprintendente Simonetta Bonomi hanno sottolineato come la collaborazione con il comune di Ruda permetterà di ridare nuova vita all’Amideria Chiozza, uno dei gioielli d’archeologia industriale presenti in regione.
Il finanziamento di 1,8 milioni di euro del Ministero della Cultura, gestito sinergicamente con le altre risorse economiche in campo, permetterà di lavorare tutti insieme per sostenere un progetto ambizioso, in grado di valorizzare il territorio e la sua storia industriale e sociale. Il complesso dell’Amideria è notevole sia dal punto di vista architettonico sia perché conserva le strutture originarie del processo produttivo.
Agli 1,8 milioni di euro stanziati dal Ministero della cultura, oggetto dell’attuale accordo, sull’ex Amideria Chiozza verranno investiti altri 4,8 milioni di euro destinati dal CIPE per la sistemazione di una parte da adibire a Museo archeologico industriale interattivo e ulteriori 300.000 euro dalla Regione Friuli Venezia Giulia per la rivitalizzazione e riqualificazione dei centri urbani.
L’Amideria di Perteole è tuttora una rara ed autentica fonte di informazioni sulle tecnologie produttive adottate nel tempo, sulle modalità di produzione di energia, sulle condizioni del lavoro operaio, sull’intraprendenza imprenditoriale, e su quant’altro legato all’identità dell’industrializzazione otto-novecentesca oltre che una straordinaria occasione per una immersione totale nel clima di una fabbrica abbandonata, ma non ancora disfatta definitivamente dal trascorrere del tempo e dall’aggressione delle intemperie.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Passi avanti per il recupero dell’ex Amideria
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.