Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

La cripta degli affreschi si presenta ai visitatori con l’originario splendore

Sabato 1° febbraio la presentazione

Parole chiave: cripta degli affreschi (1), riapertura (10)
La cripta degli affreschi si presenta ai visitatori con l’originario splendore

È un grazie sentito quello che esprime Alberto Bergamin, Direttore della Fondazione So.Co.Ba - Società per la Conservazione della Basilica di Aquileia, nei confronti di tutti i soggetti che hanno permesso il completo restauro della cripta degli affreschi della Basilica Patriarcale, ultimato a fine 2019, e il cui risultato sarà presentato ufficialmente al pubblico sabato 1 febbraio alle ore 11, presso la Sala Romana in Piazza Capitolo.
"Sono stati quattro anni veramente impegnativi - ha dichiarato Bergamin - ma, grazie ai contributi ottenuti dalle Fondazioni bancarie presenti in regione, alle capacità tecniche dei restauratori di Opera Est, alla collaborazione attiva della Soprintendenza, siamo arrivati in porto. Io ho seguito il cantiere e posso testimoniare lo spirito di abnegazione e di sacrificio che quanti hanno lavorato in Cripta hanno messo nel loro lavoro."
Fondazione Friuli, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste si sono dichiarate orgogliose di aver contribuito, facendo sistema, al recupero del patrimonio artistico della Basilica di Aquileia, simbolo identitario dell’intera regione, che in quanto tale deve essere salvaguardato e valorizzato, in sinergia con le Istituzioni e con la Comunità nell’ottica di una continua valorizzazione del territorio, di condivisione con la comunità e diffusione di cultura.
Il restauro, commissionato dalla stessa Fondazione So.Co.Ba e avviato nel 2015, era stato suddiviso in tre fasi e quattro lotti ed eseguito secondo le indicazioni della Direzione Tecnica del MIBACT (dott.ssa Elisabetta Francescutti). Gli interventi e le tecniche esecutive di restauro saranno illustrati nel corso della stessa mattinata dalla dott.ssa Claudia Ragazzoni, titolare della società triestina Opera Est che si è occupata del progetto.
Così il Sindaco Zorino: "Un ulteriore e magnifico tassello si aggiunge al progetto di valorizzazione del patrimonio di Aquileia, nell’anniversario dei 2200 anni dalla sua fondazione. Come Amministrazione Comunale siamo orgogliosi di poter collaborare con istituzioni il cui apporto, dedizione e impegno contribuiscono a rendere la nostra città ancora più accogliente, ancora più attrattiva."
"Come detto - conclude Bergamin - in questo progetto non è mai venuto meno il sostegno delle Fondazioni e quello che ci accingiamo a "restituire" ai fedeli e ai visitatori, testimonia appieno le tante cose belle che la collaborazione seria e fattiva tra le istituzioni permette di realizzare".

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La cripta degli affreschi si presenta ai visitatori con l’originario splendore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.