Cultura
stampa

Pelegrinaç dai trê popui a la Madone dal Lussari

Il Santuari di passe sîs secui al è il lûc di incuintri par furlans, carinzians e slovens

Parole chiave: Lussari (1), santuario (98), pellegrinaggio (77)
Pelegrinaç dai trê popui a la Madone dal Lussari

Un Santuari pai popui d’Europe: cheste e je la Mont Sante di Lussari, dongje Tarvis (Svete Višarje par sloven e Luschariberg par todesc), indulà che sabide ai 25 di Lui al è stât il tradizionâl pelegrinaç li che si dan dongje fedêi dal Friûl, da la Carinzie e da la Slovenie. Dilunc di passe sîs secui di storie no si son mai fermâts i pelegrinaçs al Santuari, lûc di incuintri jenfri lis trê grandis fameis lenghistichis europeanis che si dan adun intun puest unic là che si dîs Messe in trê lenghis diviersis.
Sabide stade, su la splanade daûr di chest piçul borc alpin incoronât jenfri lis Alpis Juliis, a àn dit Messe cuatri vescui: bons. Andrea Bruno Mazzocato, arcivescul di Udin, bons. Stanislav Zore, di Lubiane, bons. Jurij Bizjak, di Cjaudistrie e bons. Josef Marketz, di Gurk-Clanfurt.
"I popui europeans a puedin vê inmò une sperance di unitât e di solidarietât l’un cul altri se ducj si ricognossin fîs di Diu" al à dit te predicje bons. Mazzocato, che al à ricuardât ancje che "di 660 agns incà il santuari di Mont Sante di Lussari al è un segnâl di unitât juste tal cûr dal continent european. Al è il santuari ’dai trê popui’ che vie pai secui a àn fat sù l’Europe; diferents l’un di chel altri par lenghe e tradizions, ma unîts in gracie da lis lidrîs cristianis che ju lee ducj tra di lôr, come che nus ricuarde chest santuari. O sin culì par preâ Marie, Mari da la unitât, par dute l’Europe che e je daûr a vivi un moment une vore delicât e decisîf, che al pues rinfuarcî o pûr disdrumâ la sô unitât". Propit par chest bons. Mazzocato al à volût dâ une esortazion a lis Glesiis, par che a cressin "inte comunion tra di lôr" cussì di jessi "une sorzint feconde di unitât par dute l’Europe dal tierç mileni" e ai "politics e aministradôrs che in chest moment a son clamâts a guviernâ i destins dai lôr popui. Ur tocje a lôr - al à dit cun fuarce - di difindi e rinfuartî il grant progjet di une Europe unide tant che une sinfonie di tradizions e culturis diferentis nudridis da la sole linfe vitâl che al è il Vanzeli di Jesù". "Cuant che cheste linfe e mancje - al è lât indevant l’arcivescul di Udin - a tachin a cori licuits tossics che a infetin la societât, rivant fintremai a corompi lis leçs che a varessin di prudelâ il ben di ducj". Mazzocato al à metût in lûs che purtrop "no podìn fâ di mancul di viodi che chest intosseament dai pinsîrs, dai cûrs e da lis cussiencis al è za in vore e i segnâi a son preocupants. Pensìn al fuscâsi dal sens da la dignitât da la persone dal moment dal so concepiment a la muart fisiche, a cierts savoltaments dal significât da la famee, a la miopie tal viodi lis dibisugnis dai plui debui, dai ’scarts’, come che ju à clamâts Pape Francesc". "O sin dentri di une bataie par vignî fûr di cheste pandemie cetant preocupante che e à cjapât dentri ancje ducj i popui europeans. Preìn la Vergjine da lis Graciis par che nus liberi di chest mâl.  Preìnle - al à dit in conclusion bons. Mazzocato - par che cheste prove che il coronavirus nus à metût devant e rapresenti un passaç di purificazion che al rinove intes popolazions europeanis la linfe da la fede cristiane; chê linfe che di cetancj secui incà e cjate tal Santuari di Mont Sante di Lussari un ferâl che al fâs lûs sul cunfin dai trê popui".

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Pelegrinaç dai trê popui a la Madone dal Lussari
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.