Cultura
stampa

Dirette streaming per la cultura friulana

Conferenze, presentazioni, spettacoli nell’iniziativa promossa per l’8° anno dalla Società Filologica Friulana

Dirette streaming per la cultura friulana

Nonostante il perdurare dell’emergenza sanitaria, ritorna la Settimana della Cultura Friulana, la rassegna promossa dalla Società Filologica Friulana giunta all’ottava edizione che si svolgerà dal 6 maggio fino a domenica 16 maggio.
Proprio per garantire la piena sicurezza della manifestazione anche questa edizione, come quella dello scorso ottobre, si svolgerà prevalentemente on line con la quasi totalità degli eventi in diretta streaming dal sito internet della rassegna www.setemane.it.
Oltre ai due appuntamenti già anticipati su Voce la scorsa settimana, la presentazione di "Storie di preti isontini internati nel 1915", in programma venerdì 7 maggio alle ore 16, e la conferenza "Mons. Luigi Fogàr. Pastore di coerenza evangelica" in onda domenica 16 maggio alle ore 16, come sempre è molto ricco il programma della "Setemane de culture furlane" tra conferenze, presentazioni, spettacoli teatrali e concerti.
Si segnala anche nella giornata inaugurale, giovedì 6 maggio, alle ore 21, un incontro per ricordare i 75 anni dalla fondazione del mensile "La Patrie dal Friûl" e i 45 anni del terremoto del ’76.
La "Settimana" sarà anche l’occasione per ricordare come sempre diverse personalità del Friuli di cui nel 2021 ricorre un particolare anniversario. Tra questi il cuoco carnico Gianni Cosetti, nei vent’anni dalla scomparsa: lo chef visionario dell’Albergo Roma di Tolmezzo sarà ricordato con il convegno "Gianni Cosetti: gustâ cjargnel", in programma venerdì 7 maggio alle ore 18, e con tre show cooking che saranno trasmessi dalla cucina storica di Palazzo De Gleria a Povolaro (Comeglians), presentando alcune ricette tradizionali che Cosetti rinnovò e rese famose: Tocj in braide (sabato 8 maggio), Cjarsons (domenica 9 maggio) e La pite (domenica 16 maggio), sempre alle 12.30.
Non mancheranno le collaborazioni istituzionali, tra cui quella con l’ERPAC, che presenterà ben due eventi: la presentazione del catalogo della mostra "Sconfinaments", che raccoglie le opere di diversi artisti contemporanei del Friuli Venezia Giulia e che sarà trasmessa domenica 9 alle ore 18, e la presentazione di "VideoPeraulis pe culture contadine furlane", 5 audiovisivi sulle parole friulane legate alla tradizione agricola, che sarà presentato sabato 15 alle ore 15.
Domenica 9 maggio alle 21, in prima assoluta, potremo vedere alcuni momenti tratti dallo spettacolo teatrale "Guarnerius-in rêt" con il Teatro Incerto e la partecipazione di Angelo Floramo, ambientato al tempo di Guarnerio d’Artegna. Martedì 11 maggio alle 21, si svolgerà l’incontro "Donne del Friuli, oggi" nel corso del quale Alessandra Salvatori intervisterà tre donne friulane d’eccellenza: la fotografa Ulderica Da Pozzo, l’attrice Aida Taliente e la scrittrice Ilaria Tuti.
Giovedì 13 maggio, alle 15.30, è in programma il convegno "Gli archivi delle banche tra realtà nazionale e locale. Buone pratiche, spunti e riflessioni per il territorio"; venerdì 14 maggio, alle ore 21, il concerto d’archi su musiche di autori friulani dal Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento con il Quartetto d’archi del Friuli e del Veneto.
La "Setemane" si concluderà domenica 16 maggio alle 21, con la prima assoluta della lettura scenica teatrale "Tra lûs e Scûr" di Carlo Tolazzi, con la regia e la partecipazione di Massimo Somaglino, che narra la vicenda dei "fusilâts" di Cercivento durante la prima guerra mondiale.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Dirette streaming per la cultura friulana
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.