Cultura
stampa

Alla Spazzapan il fondo "Milva Biolcati - Maurizio Corgnati"

Cinque nuove opere dell’artista isontino donate da Martina, storica dell’arte e figlia della cantante e del regista

Alla Spazzapan il fondo "Milva Biolcati - Maurizio Corgnati"

Cinque nuove opere di Luigi Spazzapan andranno ad arricchire le collezioni già presenti alla Galleria Regionale d’Arte contemporanea dedicata al grande artista di Gradisca d’Isonzo.
I dipinti fanno parte del fondo "Milva Biolcati - Maurizio Corgnati", donato da Martina Corgnati, storica dell’arte e figlia della grande cantante e attrice teatrale di Goro e del noto regista, documentarista e scrittore di Torino.
Si tratta dei Pesci sul tavolo del 1932, La camicia bianca del 1935, Deposizione (con angelo) del 1945, Cosma e Damiano benedicenti del 1951 e Santone (evangelista), 1955-56; opere che rappresentano in modo significativo il percorso artistico e di ricerca di Luigi Spazzapan, il quale, dopo il periodo di attività svolta nell’Isontino dal 1928, si trasferì a Torino rimanendovi per tutta la vita.
"Desidero che la mia donazione costituisca il fondo “Milva Biolcati e Maurizio Corgnati" presso la Galleria Spazzapan di Gradisca d’Isonzo - ha spiegato Martina Corgnati -: un fondo che da parte mia vuole essere omaggio permanente alle figure di mio padre, per la sua cultura, generosità e umana condivisione dei valori dell’arte, e di mia madre, per il suo grande viaggio nella musica e nella vita; viaggio che fra l’altro l’aveva portata anche a Trieste, con il suo amato "maestro" Strehler, e a Gorizia con La Variante di Lüneburg musicata da Valter Sivilotti e messa in scena da Walter Mramor".
La donazione alla Galleria, gestita da ERPAC FVG - Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia con il Comune di Gradisca d’Isonzo e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, andrà ad arricchirne il patrimonio culturale pubblico e perpetuerà lo stretto legame dei genitori di Martina Corgnati con uno dei massimi esponenti del panorama artistico italiano del ’900, ma sarà anche una grande opportunità per rilanciare gli studi e approfondire la figura di Spazzapan, così come per conoscere e valorizzare chi gli stette attorno e permise che il suo lavoro giungesse fino all’attualità.
Le cinque opere del fondo "Biolcati -Corgnati" saranno esposte al secondo piano della Galleria assieme a una selezione di opere appartenenti alle collezioni Giletti e Citelli, in un allestimento che ripercorrerà l’intero iter artistico di Spazzapan: dai primi richiami all’Espressionismo che si condensano nell’incisività del segno e nella forza del colore, ai tratti più morbidi di derivazione impressionista francese, verso i quali l’artista virò dopo l’arrivo a Torino; dalle strutturazioni geometriche degli anni ’40, all’ultima fase informale, tutta puntata sulla predominanza del colore sulla linea. Grazie inoltre alla collaborazione di Rai Teche, nel corso della mostra sarà proiettato il film Ricordo di Luigi Spazzapan, realizzato da Maurizio Corgnati nel 1956, prezioso documento audiovisivo con testimonianze storiche.
Vista l’importanza della donazione e al fine di consentire un’ampia visibilità di queste nuove opere, per tutta la durata dell’esposizione - fino al 13 marzo 2022 -, l’ingresso alla Galleria sarà gratuito.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Alla Spazzapan il fondo "Milva Biolcati - Maurizio Corgnati"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.