Cultura

Ricorrono il 13 maggio i 300 anni della nascita dell’imperatrice. Il ruolo determinante per l’istituzione dell’Arcidiocesi in una mostra allestita nella biblioteca del Seminarioche sarà inaugurata martedì 16 maggio

Mostre, conferenze, dibattiti ed eventi dislocati nei territori di Udine, Gorizia e Pordenone: gli appuntamenti nell’Isontino e nella nostra Arcidiocesi

Rinaldo Savorgnani (1921 - 1943) di Palmanova "l’Alpino… che non c’è". Partito da Gorizia per il Fronte Russo nel 1942, non risulta né fra i morti, né fra i dispersi

"Legno & Arte" nella mostra ospitata dal 5 maggio al 14 ottobre nei locali dell’Hotel Abbazia sull’isola del sole

La prima puntata dedicata ai riti della domenica delle Palme, lunedì, martedì e mercoledì santo tratti da Voce Isontina del 1984 e narrati da don Pino Deluisa

Un volume ricorda la figura del sacerdote istriano: l’11 settembre 1946 fu  rapito dai partigiani Jugoslavi, portato in un bosco, seviziato e gettato in qualche cavità della zona

Sala "Della Torre" affollata venerdì scorso in occasione dell’incontro a 11 anni dalla scomparsa dello studioso che fu "scriptor graecus" alla Biblioteca Vaticana

Di lui, giovane prete calabrese mandato al fronte come soldato, possediamo il "Diario 1915-1918"- trascritto dallo storico Giorgio Milocco e oggi anche la sua biografia curata da Enzo Romeo "Il niente in mano a Dio: Don Gaetano Mauro prete del Sud"

L’Italia perse definitivamente Istria e Dalmazia e migliaia furono i profughi che abbandonarono le loro terre per ricominciare una vita altrove

Uno sguardo al mondo dell’arte del nostro territorio assieme a Paolo Figar, scultore e tra gli esponenti più attivi del panorama artistico goriziano, ospite, assieme a Massimiliano Busan, della pinacoteca di Palazzo Attems Petzenstein con la mostra "Profili d’arte"

Durano ormai da anni la ricerca e la sperimentazione dell’artista gradese che ha rappresentato la regione anche all’esposizione al Quirinale

La vicenda di Antoine-Félix Leyris D'Esponchez, vescovo di Perpignano, esule in Friuli, come altri ecclesiastici d’oltralpe, al tempo della Rivoluzione francese