Chiesa
stampa

Prosegue l’esperienza del Centro di formazione

Il ringraziamento di Fr. Maurice, responsabile della struttura di Korsimoro

Parole chiave: Centro di formazione (1), Burkina Faso (11), missione (44)
Prosegue l’esperienza del Centro di formazione

Il 21 ottobre, giornata missionaria mondiale, quasi una quarantina di persone dei diversi gruppi missionari della diocesi si sono incontrate nella Chiesa di Staranzano. E’ stata un’occasione per ascoltare l’esperienza della nostra missionaria di Aiello del Friuli Claudia Pontel e per informare delle attività del Centro Missionario diocesano.
Claudia Pontel è a Bouaké e presta la sua opera umanitaria presso una ’casa famiglia’ che accoglie bambini abbandonati o temporaneamente affidati dai primi giorni di vita fino all’età matura per coloro che non riescono a ricongiungersi con i genitori naturali o affidatari.
Di questa bella esperienza Claudia renderà conto anche sulle pagine di questo giornale nelle prossime settimane. Per quanto riguarda gli impegni del centro Missionario, l’attenzione si sta progressivamente spostando verso la formazione dei clero giovane inviato nella nostra diocesi per l’approfondimento della loro formazione culturale.
Si tratta di una richiesta esplicita che viene dalle Chiese africane a sostegno del loro impegno di evangelizzazione: il progresso culturale dei loro paesi e il diffondersi di altre religioni, soprattutto dell’Islam, richiede evangelizzatori sempre più preparati e competenti. La loro formazione culturale è una vera e propria priorità a servizio della loro popolazione che ha bisogno di conoscere l’importanza dell’essere cristiani per lo sviluppo umano della loro società.

Carissimi, da diversi anni accogliamo nella struttura del centro di formazione professionale di Korsimoro giovani che si trovano in condizioni di estrema indigenza e senza una prospettiva per il futuro.
Il centro è concepito come una risposta alla lotta contro la povertà, la delinquenza giovanile e l’integrazione socio-professionale.
Il centro accoglie mediamente 120 giovani che frequentano corsi di formazione che possono durare 2 o 3 anni a seconda del corso scelto (falegnameria, meccanica, muratura) al termine del quale si ottiene un certificato di qualifica professionale consegnato dallo stato.
I diretti beneficiari sono ragazzi e giovani che hanno la possibilità di imparare mestieri che permetteranno loro di inserirsi nel campo lavorativo.
Purtroppo la maggior parte di essi non hanno i mezzi per pagare i servizi forniti dal centro.
La fraternità vi ringrazia per la generosità, il sostegno materiale e morale  costante. Possa il Signore restituirvi il centuplo.
Grazie a don Pierpaolo e ai suoi parrocchiani per il dono fatto all’inizio del nuovo anno scolastico.
Grazie al gruppo missionario di Ruda, paese natale del nostro carissimo Giuseppe Burgnich.
Grazie alla Diocesi di Gorizia che da sempre segue le nostre attività. Colgo l’occasione per salutarvi e garantirvi le nostre preghiere per il sostegno che ci date.

© Voce Isontina 2018 - Riproduzione riservata
Prosegue l’esperienza del Centro di formazione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.