Chiesa
stampa

La solidarietà e la passione per l’uomo non hanno confini

Incontro fra la Caritas diocesana, la Karitas decanale di Nova Gorica e l’Humanitarno Drustvo Kid

Parole chiave: Karitas (1), Caritas (95), Italia (7), Slovenia (3)
La solidarietà e la passione per l’uomo non hanno confini

I valori della solidarietà, della dignità dell’uomo e della fratellanza non si fermano davanti a frontiere, muri e fili spinati lo testimonia l’incontro tra il direttore della Caritas diocesana, diacono Renato Nucera, il decano di Štandrež-Sant’Andrea, don Carlo Bolcina, con la responsabile della Karitas decanale di Nova Gorica, Renata Voncini, e la presidente dell’associazione Humanitarno Drustvo Kid, Majda Smrekar, avvenuto a Nova Gorica giovedì 5 luglio.
È stata l’occasione per la Caritas diocesana di Gorizia e la Caritas decanale di Štandrež-Sant’Andrea di conoscere le opere-segno della Caritas decanale a Nova Gorica: il Centro di Ascolto decanale, il servizio di distribuzione di abiti e di generi alimentari per le famiglie povere che risiedono nel decanato di Nova Gorica.
Nello stesso incontro la presidente dell’Humanitarno Drustvo Kid ha illustrato il servizio svolto dall’associazione umanitaria che gestisce un punto di distribuzione di abiti per bambini e prénatal. Il punto di distribuzione è organizzato proprio come una boutique in cui il vestiario è esposto negli scaffali. Si tratta di beni di seconda mano che vengono donati dalle famiglie che non ne hanno più bisogno.
Chi si rivolge a questo punto di distribuzione sa che dovrà restituire il vestiario ottenuto quando non occorre più: in questo modo altri bambini e altre madri in dolce attesa potranno beneficiare dello stesso capo di abbigliamento. Tra la Karitas Nova Gorica e l’Humanitarno Drustvo Kid c’è una continua collaborazione per il bene delle famiglie povere residenti sul territorio di Nova Gorica.
Da subito si è creata una sintonia tra i partecipanti dell’incontro, perché la condivisione dei valori e la passione per l’uomo accomunano subito le persone che vogliono mettersi a servizio degli altri.
Nell’incontro si è, anche, evidenziato che le povertà che si incontrano a Gorizia sono simili a quelle presenti a Nova Gorica: la disoccupazione che a lungo andare fa sì che le famiglie perdano la propria abitazione a causa degli sfratti per morosità incolpevole.
Un altro grosso problema sono i nuclei familiari monoparentali, composti dalla madre con i bambini, vittime della violenza di genere ed infine i mariti divorziati che devono lasciare alla moglie l’abitazione e non riescono a pagare due canoni di locazione quello dell’abitazione per l’ex moglie, e per i figli, e il canone dell’eventuale propria abitazione.
È stato un incontro proficuo che nel desiderio di tutti può essere un inizio di un cammino comune fatto di sostegno reciproco e scambi di buone prassi.
Alla conclusione dell’incontro Renata e Majda hanno chiesto di poter venire prossimamente in visita delle opere-segno della Caritas diocesana di Gorizia e della Caritas decanale di Štandrež-Sant’Andrea.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La solidarietà e la passione per l’uomo non hanno confini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.