Chiesa
stampa

L’Unitalsi riparte

Pellegrinaggio a Lourdes in settembre

Parole chiave: Unitalsi (37), pellegrinaggio (82)
L’Unitalsi riparte

Dopo un periodo difficile, causato dalla pandemia, l’UNITALSI riparte con i pellegrinaggi. Anche noi di Gorizia lo faremo, partecipando ai pellegrinaggi organizzati dalla Sezione Triveneta.
Per quest’anno viene proposto un unico pellegrinaggio a Lourdes, nel mese di settembre.
Non sappiamo poi cosa ci riserverà il futuro, ma è probabile che anche nei prossimi anni i pellegrinaggi siano tutti proposti e organizzati dalla Sezione, con la possibilità per tutti di scegliere fra svariate date nel corso dell’anno. Questa può essere anche un’occasione propizia, perché ci consentirà di vivere il pellegrinaggio in comunione con tutte le altre Sottosezioni del Triveneto.  
Non stiamo vivendo un periodo facile, ma molti dei problemi che stiamo riscontrando c’erano anche prima della pandemia: il calo di partecipazione, il calo del numero dei soci, dovuto a ragioni anagrafiche, le difficoltà nel reperire dei nuovi soci, soprattutto fra i giovani.
Il blocco dei pellegrinaggi che abbiamo vissuto in modo particolare l’anno scorso, unito alle regole del nostro statuto, rende molto difficile l’arrivo di nuovi soci effettivi, e il fatto che questa sia una situazione diffusa non ci può e non ci deve consolare.
Nei prossimi mesi dovremo prepararci a nuove elezioni.
E ci sarà bisogno dell’aiuto di molti; già si può contare sulla disponibilità di svariate persone che in questi anni e anche in questi ultimi mesi, in mezzo alle difficoltà, hanno sempre collaborato.
Ma ci sarà anche bisogno di nuove forze per far vivere l’UNITALSI anche in futuro.
Un invito che rivolgo a tutti è quello di farsi promotori presso i parroci, parlare della nostra associazione, far mettere degli avvisi nei foglietti parrocchiali, chiedere se è possibile incontrare gruppi di giovani, suggerire presso la Sottosezione delle nuove iniziative.
Sandro

______________________________________________________________________________

Pellegrino con tanta incognita nel cuore
Il Signore disse ad Abramo: "Va’ via dal tuo paese, dai tuoi parenti e dalla casa di tuo padre, e va’ nel paese che io ti mostrerò" (Gen 12, 1). La Sacra scrittura non mette in risalto le sensazioni, le impressioni, i tentennamenti di Abramo. Non sappiamo se il Patriarca avesse accettato il comando del Signore con piena e totale fiducia, o se piuttosto non siano emersi in lui dei dubbi, dei timori o motivi d’incredulità. La cronistoria successiva darà comunque atto ad una fede sincera di Abramo che si lasciò guidare dalla Voce di Dio.
Mi sento un po’ Abramo, questi giorni. Non devo nascere di nuovo, neanche iniziare una nuova strada, come Abramo non dovette iniziare da zero, ma dopo aver vissuto un periodo della sia vita in un luogo, partì e diede inizio ad una seconda esperienza.
Non andrò per la prima volta a Lourdes, quest’anno, ma ci andrò lascando "il mio paese e la casa di mio padre" con uno spirito simile ad Abramo.
Non sarà il solito pellegrinaggio, non userò l’ormai consolidata struttura dei nostri viaggi, ma andrò con tanta incognita nel cuore. Eppure voglio partire con la fede di Abramo che ha lasciato un luogo per andare verso un altro, senza una meta precisa. Io andrò senza una certezza precisa - la certezza della salute, la certezza degli incontri, la certezza delle relazioni. Ma ci andrò perché ho fiducia negli organismi preposti alla nostra salute, ho fiducia nel prossimo che si ritrova nel mio stesso stato; ma ho particolarmente fiducia nel Signore e in Sua Madre che mi dicono: lascia la tua strada, lascia le tue sicurezze e va! Come vorrei avere la fede di Abramo che si lasciò plasmare e (almeno così lo presenta la Scrittura) non dubitò dell’operato di Dio!
Ri-parite significa per noi accogliere Abramo come modello del nostro pellegrinaggio.
Non voglio rimanere incollato sul versetto uno del capitolo dodicesimo!
Il mio punto di arrivo e la mia certezza del pellegrinaggio 2021 è il versetto due: "Io farò di te una grande nazione, ti benedirò e renderò grande il tuo nome e tu sarai fonte di benedizione". E lì, a Lourdes, ancora una volta vedrò quale e quanto grande è la nazione del Popolo di Dio che è benedetto e benedice, il cui nome è grande perché è nell’abbraccio del Nome di Maria.
E la fonte di Massabielle mi disseterà per poter procedere ancora più spedito e più credente verso nuove mete della mia vita.
Don Carlo

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
L’Unitalsi riparte
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.