Chiesa
stampa

Iniziazione cristiana: Chiesa che genera e rigenera se stessa

Quattro giorni di formazione a Romans per catechisti ed operatori pastorali dal 31 agosto al 3 settembre

Parole chiave: formazione (51), catechisti (25), operatori pastorali (2), sacramenti (6), iniziazione cristiana (20)
Iniziazione cristiana: Chiesa che genera e rigenera se stessa

La quattro giorni formativa di Romans (giunta alla XVI^ edizione ed in programma dal 31 agosto al 3 settembre) vuole essere un momento di riflessione e condivisione in vista di un rinnovamento della prassi dell’Iniziazione Cristiana a livello diocesano.
In un primo momento si rifletterà su come la comunità ecclesiale attuando l’iniziazione cristiana compie ciò che le è proprio e le appartiene, generando alla fede e rigenerandosi nella fede.
In un secondo momento verrà introdotto il concetto di itinerario di Iniziazione cristiana.
Si vuole offrire un’opportunità e un’esperienza formativa che permetta di comprendere gli aspetti portanti dell’Iniziazione cristiana.
In un terzo momento la riflessione si vuole concentrare sul coinvolgimento dei genitori e della famiglia nel cammino di educazione e di appartenenza dei figli alla comunità ecclesiale.
Un rinnovamento dell’IC interessa non solo i ragazzi, ma anche i genitori e gli adulti, ponendoli al centro della proposta, bisognosi di un accompagnamento, che il più delle volte è riscoperta e ricominciamento della fede.

Finalità
- Cogliere e approfondire il nesso che intercorre tra la comunità cristiana e l’Iniziazione cristiana.
- Conoscere, approfondire e possedere un’idea sufficientemente chiara di itinerario di Iniziazione cristiana.
- Delineare il compito dei genitori e delle famiglie nella trasmissione alla fede pensando ad un loro cammino di formazione.

Metodo
La metodologia da usare è il laboratorio. Attraverso il laboratorio i partecipanti sono aiutati ad essere protagonisti della loro formazione attraverso la dinamica “imparare-facendo”. Questo metodo si avvale di tre fasi: espressiva, informativa, riespressiva.

Mandato del vescovo
"Il servizio catechistico nasce da una risposta libera ad una chiamata vissuta all’interno della comunità ecclesiale: "il catechista è consacrato e inviato da Cristo" per mezzo della Chiesa. […] La ministerialità del servizio catechistico, espressa dal Mandato che il vescovo conferisce ai catechisti, apre al riconoscimento di una grazia particolare, la quale sostiene il loro servizio, […]
Il Mandato esprime dunque l’appartenenza responsabile del catechista alla propria comunità diocesana, perché manifesta la sua corresponsabilità nella missione di annunciare il vangelo e di educare e accompagnare nella fede.
Esso è anche il segno del riconoscimento di questa specifica vocazione e un titolo fecondo per il coordinamento dell’azione educativa in seno alla Chiesa.
Si invitano pertanto le diocesi a dare rilievo al Mandato del vescovo ai catechisti: non sia occasionale, ma - per coloro che vengono segnalati dai parroci e scelti dopo un prezioso tirocinio - si prevedano opportuni corsi di formazione e di aggiornamento in vista di un costante e fruttuoso impegno nella catechesi" (Incontriamo Gesù. Orientamenti per l’annuncio e la catechesi in Italia, n. 78).
È sulla base di questo invito e di queste indicazioni che in collaborazione con l’Ufficio Liturgico Diocesano al termine del percorso formativo di Romans verrà proposta la celebrazione del Mandato dell’Arcivescovo a tutti i catechisti, educatori e animatori che sono impegnati nell’annuncio e nella catechesi diocesana.

Sede del percorso e quota
Ricreatorio Galupin -  Piazza Candussi, 1  34076 Romans d’Isonzo. La quota di partecipazione è di euro 25.

Segreteria organizzativa
Ufficio Catechistico Diocesano
tel. 0481 597620—fax 0481 597666
catechistico@arcidiocesi.gorizia.it
www.arcidiocesi.gorizia.it/catechistico

Iscrizioni
Le iscrizioni possono essere consegnate alla sig.na Francesca presso la Curia di Gorizia tel 0481 597620 (via Arcivescovado, 2—34170 Gorizia) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30.
Oppure per e-mail: catechistico@arcidiocesi.gorizia.it.
È possibile iscriversi fino al 25 agosto. Il numero dei posti è limitato.

Il programma

Lunedì 31 agosto
 17.45 - Iscrizioni e accoglienza
- 18.15 - Preghiera presieduta dall’Arcivescovo Carlo
- 18.25 - Presentazione del percorso formativo, fra Luigi Bertié
- 18.35 - Laboratorio di studio
- 20.00 - Pausa cena
- 20.30 - Relazione: Il volto educativo di una comunità che “inizia” alla vita cristiana, Don Marino Rossi, direttore Ufficio Catechistico della diocesi di Concordia-Pordenone
- 21.15 - Laboratorio di studio
- 22.15 - Preghiera conclusiva e saluti

Martedì 1 settembre
- 18.00 - Accoglienza e preghiera
- 18.30 - Laboratorio di studio
- 20.00 - Pausa cena
- 20.30 - Relazione: L’identità dell’Iniziazione Cristiana, Don Giorgio Bezze, direttore Ufficio Catechistico della diocesi di Padova
- 21.15 - Laboratorio di studio
- 22.15 - Preghiera conclusiva e saluti

Mercoledì 2 settembre
- 18.00 - Accoglienza e preghiera
- 18.30 - Laboratorio di studio
- 20.00 - Pausa cena
- 20.30 - Relazione: Intessere relazioni buone e continuative: il coinvolgimento dei genitori e delle famiglie nell’Iniziazione cristiana dei figli, Don Giorgio Bezze, direttore Ufficio Catechistico della diocesi di Padova
- 21.15 - Laboratorio di studio
- 22.15 - Preghiera conclusiva e saluti

Giovedì 3 settembre
- 20.30 - Consegna del Mandato diocesano ai catechisti e agli animatori/ educatori presieduto dall’Arcivescovo Carlo Roberto Maria Redalli

Iniziazione cristiana: Chiesa che genera e rigenera se stessa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.