Chiesa
stampa

Incontro itinerante delle Caritas "di frontiera": MigraMed fa tappa a Gorizia

L'incontro itinerante delle Caritas "di frontiera" toccherà il capoluogo e Grado il 20 settembre

Parole chiave: MigraMed (1), Caritas (93), migranti (14)
Incontro itinerante delle Caritas "di frontiera": MigraMed fa tappa a Gorizia

Si svolgerà da martedì 20 a venerdì 23 settembre l’edizione 2016 di MigraMed, incontro annuale internazionale promosso da Caritas Italiana in partnership con Caritas Europa e Caritas Internationalis. L’iniziativa vede l’incontro di alcune Caritas nazionali di Paesi del bacino del Mediterraneo e del resto d’Europa che uniscono le forze per confrontarsi su temi di immigrazione ed asilo cruciali per la società.
L’appuntamento di quest’anno assume una particolare rilevanza in quanto avrà carattere itinerante: più che un "evento" - come avvenuto nelle passate edizioni - si tratterà di una "visita studio" che avrà come base la diocesi di Gorizia ma che si sposterà in Austria e in Slovenia, Paesi che si trovano lungo la rotta balcanica che lo scorso anno ha visto quasi un milione di profughi spostarsi dalla Grecia verso il nordEuropa.
Il programma prevede martedì 20 settembre l’arrivo dei partecipanti e la sistemazione negli alberghi di Grado.
Ci si trasferirà, quindi, a Gorizia presso la sede isontina dell’Università degli Studi di Trieste per un Convegno - a partire dalle ore 16 - che avrà come tema "Storie di frontiera". Il prof. Daniele Del Bianco, direttore dell’Isis - Istituto di Sociologia internazionale di Gorizia, terrà la Lectio magistralis seguita da un dibattito a più voci su "L’Europa di fronte alle sfide dell’immigrazione" che vedrà la partecipazione dei rappresentanti di Caritas Italiana e Caritas Europa e della Conferenza episcopale tedesca. A seguire verrà presentato "L’impegno alle frontiere del Migramed" con focus sulle frontiere anglo-francese (a cura di Caritas Francia), greco-turca e macedone (Caritas Grecia)  italo-francese (Caritas Ventimiglia-San Remo), italo-austriaca e slovena (Caritas udine), italo-svizzera (Caritas Como), italo-austriaca (Caritas Bolzano), marittima (Migrant Offshore Aid Station). Una comunicazione di Aidos (Associazione italiana donne per lo sviluppo) precederà la messa che verrà celebrata alle ore 19 in cattedrale.
Mercoledì 21 il programma prevede il trasferimento a Klagenfurt per l’incontro con Caritas Austria e Caritas Carinzia; al rientro ci sarà un momento di preghiera al confine italo austriaco presso "no area Coccau". Giovedì 22 i partecipanti raggiungeranno Lubiana per l’incontro con Caritas Slovenia che concluderà l’edizione 2016 di MigraMed.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Incontro itinerante delle Caritas "di frontiera": MigraMed fa tappa a Gorizia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.