Chiesa
stampa

Incarnare la Parola

Gli auguri di Unitalsi

Parole chiave: Unitalsi (32), Natale (66)
Incarnare la Parola

Nessun mese dell’anno è così intriso di ricerca ed attesa della luce, come lo è il mese di dicembre. Da una parte è la stessa natura che ci conduce in questa speranza, una speranza certa ed inequivocabile: la notte ed il buio aumentano di lunghezza e intensità, ma all’orizzonte già s’intravede la nuova forza del sole e del giorno.
La tradizione vuole che s. Lucia, quest’anno festeggiata la Terza domenica di Avvento, sia un simbolo, un precursore di luce, di visione futura. Il suo martirio, così cruento, ha radicato nella riflessione e nella cultura cristiana il suo patronato sulla vista, sulla salute degli occhi, sulla visibilità perfetta delle cose. Al contempo, la stessa tradizione non si sofferma sulla materialità e sulla prossimità delle cose, cioè avere una buona e sana vista di quanto ci circonda, ma s. Lucia è diventata prototipo del vedere oltre, vedere con il cuore e attendere di vedere quella realtà non materiale che noi definiamo futura, eterna, divina, celeste.
Qui, in terra, noi ci fidiamo dei santi e ci affidiamo a loro per poter attendere con pazienza e speranza quelle cose che non possiamo ancora sperimentare: la morte del corpo sarà l’unico tramite con cui potremo vedere. Ma vedere cosa? Vedere il Signore che, nell’oscurità dei tempi passati, molte generazioni hanno atteso e, finalmente, il giorno della Sua nascita hanno potuto vedere e godere. Oggi questo Signore, questo Gesù, non è più visibile a noi nella greppia, nel tenero abbraccio della Madre e nella premurosa cura di Giuseppe, ma nella Parola, nell’Eucaristia, nella persona del fratello e sorella bisognosi. Avere la Parola come bussola, condividere l’Eucaristia come cibo, condividere i beni con gli altri è allo stesso tempo preparazione alla visione beata dei cieli e viva speranza di raggiungerli.
In questo ci sono maestri e guide molti nostri defunti, molti unitalsiani. Don Fausto è uno di essi: la Parola del Signore, meditata e assorbita specialmente nella preghiera, l’Eucaristia di Gesù, spezzata quotidianamente, la premura per i sofferenti, bisognosi, oppressi e abbattuti è stato il suo stile di vita. Ora non attende più di vedere la Luce, ora è già nella Luce. Ne siamo certi. A noi resta il suo esempio, proprio nel Tempo di Avvento, per non soffermarci alle luminarie del presepio, ma attendere la vera Luce che verrà alla fine dei tempi.
Buoni ultimi giorni di Avvento.
Buon Natale!
Don Carlo Bolcina

______________________________________________________________________________

Una bella esperienza di Chiesa, Carità e fraternità

Quello che si sta concludendo è stato un anno difficile, per tutti. La pandemia da Covid-19 ci ha messi in una situazione inaspettata e mai provata prima. Sono stati condizionati i rapporti sociali e professionali, la vita scolastica, la vita delle associazioni e delle parrocchie. Anche l’UNITALSI si è trovata a fronteggiare delle difficoltà nuove e talvolta insormontabili, ha dovuto riorganizzarsi, modificare calendari e iniziative, annullare molti pellegrinaggi. Le elezioni per il rinnovo delle cariche, previste per questo autunno, sono state rimandate al prossimo anno.
Dopo il periodo del lockdown, e in seguito alle dimissioni del dott. Montanar, noi di Gorizia abbiamo avuto dei mesi di inattività. Ma la vita associativa non si è fermata, si sono introdotte nuove modalità: abbiamo cominciato a utilizzare le tecnologie, e a livello sezionale e nazionale si è intrapreso un cammino, che nei prossimi anni porterà l’UNITALSI a rinnovarsi, pur mantenendo lo stesso carisma.
I programmi del 2021 non sono stati ancora definiti, dipenderà dall’evolversi della situazione e dalle indicazioni che ci verranno date.
Gli auguri per il Santo Natale e per l’anno nuovo che faccio a tutti è che, pur nelle difficoltà e nella necessità di un rinnovamento, la nostra associazione continui a restare quelle che è: una bella esperienza di Chiesa, di Carità e di fraternità.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Incarnare la Parola
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.