Chiesa
stampa

Farci piccoli come Gesù

Duemila anni fa Gesù è nato per noi in una grotta, nel nascondimento e nella indifferenza della società di allora, che aveva altro a cui pensare.

Parole chiave: Unitalsi (13)

Lo festeggiarono, a parte la Madre Maria e San Giuseppe, solo gli Angeli e alcuni pastori, estasiati alla sua presenza.
Gesù, scegliendo di venire tra di noi  in questo modo, nella modestia, nella umiltà, vuole indicare a tutti gli uomini, quindi anche  a noi, quale è la via che dovremmo seguire. Una via che, come associazione, forse abbiamo dimenticato.
Ci adoperiamo forse troppo per ottenere successo, risultati sempre più appariscenti, che facciano presa sull’attenzione degli altri, di quelli "che contano": tanti soci, tanti pellegrini, tanti pellegrinaggi, tanti viaggi, tanti incontri, … tanta cassa … .
Forse la strada che stiamo percorrendo non è quella giusta e dovremmo riconoscere che altre dovrebbero essere le nostre vere priorità.
Dovremmo imparare da Gesù a  farci piccoli come lui si è fatto e protendere il nostro cuore e tutte le nostre energie prima di tutto verso le tante persone che ci stanno accanto e che spesso, presi come siamo da altri pensieri e altre priorità, non le consideriamo con la dovuta attenzione e premura. Dovremmo ritrovare quello spirito di condivisione e di amore che aveva contrassegnato i primi unitalsiani, che non lesinavano fatiche anche fisiche, privazioni e sacrifici per portare sollievo ai malati e vivere con loro, in unione con la Santa Vergine e Gesù, un vero rapporto di amore che a Lourdes culminava nelle tante partecipate sante Messe e nelle emozionanti processioni eucaristiche, fatte in spirito di vera comunione.
Dovremmo ritrovare negli incontri con gli ammalati quello stupore che avevano provato i primi pastori quando hanno incontrato il bambino Gesù.
E’ questo lo spirito che dovremmo recuperare per continuare questa nostra esperienza unitalsiana.  Il vero amore a Dio e ai fratelli, ce lo suggerisce Gesù, è un amore umile, fatto di piccoli gesti, ma ciò nonostante fonte di grande gioia e felicità.
L’augurio per tutti è che in questo Natale ritroviamo la vera via, quella della umiltà e dell’amore, e la continuiamo a percorrere per il proseguo del nostro tempo, a cominciare dall’ormai prossimo 2019.
Buon Natale e felice Nuovo Anno.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Farci piccoli come Gesù
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.