Chiesa
stampa

Doppia proposta per la formazione dei catechisti

Un laboratorio per "saper leggere le icone" ed un’iniziativa indirizzata a chi ha da poco iniziato la propria attività ma anche per quelli che sentono l’esigenza dell’aggiornamento

Anche quest’anno l’Ufficio Catechistico Diocesano, in linea con il Piano Pastorale "Una Chiesa che ascolta e che accoglie", ha organizzato due appuntamenti per la formazione dei catechisti.
La primo proposta, in ordine di tempo, è un laboratorio dal titolo "Saper leggere le icone". L’icona non è una semplice immagine, ma luogo della Presenza Divina, è un elemento di culto fondamentale nei primi secoli del cristianesimo ed è espressione fedele dei decreti dei primi Concili Ecumenici della Chiesa indivisa; ancora oggi conserva lo stesso valore e significato per i cristiani di rito orientale (bizantino), sia cattolici che ortodossi. Fin dai primi secoli la fede veniva comunicata attraverso i simboli e le immagini. Fin dalle origini cristiane l’arte diventa una forma di catechesi per i fedeli. Tuttavia, ci rendiamo anche conto di come a volte sia incomprensibile ai nostri occhi lo straordinario patrimonio iconografico e teologico dei nostri musei e pinacoteche, delle  nostre chiese e abbazie. Il rischio è quello di perdere e di non cogliere la loro valenza e ricchezza spirituale.
Scrive Benedetto XVI nell’Introduzione al Catechismo della Chiesa Cattolica: "Gli artisti di ogni tempo hanno offerto alla contemplazione e allo stupore dei fedeli i fatti salienti del mistero della salvezza, presentandoli nello splendore del colore e nella perfezione della bellezza. È un indizio questo, di come oggi più che mai, nella civiltà dell’immagine, l’immagine sacra possa esprimere molto di più della stessa parola, dal momento che è oltremodo efficace il suo dinamismo di comunicazione e di trasmissione del messaggio evangelico".
È sulla base di queste indicazioni che il nostro Ufficio desidera diffondere una sempre maggiore attenzione e conoscenza dell’ampio patrimonio artistico della Chiesa goriziana, perché diventi "tesoro" nelle mani di catechisti, evangelizzatori e quanti sono impegnati nell’annuncio e nell’accompagnamento della fede di piccoli e grandi.
Il laboratorio si terrà presso il Duomo di Cervignano sabato 18 aprile dalle 15 alle 17.30 circa e sarà guidato dal prof. Paolo Orlando. L’invito, è rivolto ai catechisti, insegnanti di religione, operatori pastorali, diaconi, sacerdoti e a chiunque ne fosse interessato.
La seconda proposta dal titolo "Chi ben inizia" intende coinvolgere quei catechisti che hanno da poco iniziato la loro attività, ma anche quelli che sentono l’esigenza di un aggiornamento. Si tratta della seconda parte di un percorso iniziato nel dicembre dello scorso anno e prevede tre incontri che si terranno il 20, 21 e 22 aprile dalle 20 alle ore 22 circa presso l’Oratorio S. Michele a Monfalcone in via Mazzini 11.
In queste tre serate verranno affrontate le basi del saper fare catechesi e del saper vivere insieme da catechisti: le competenze comunicative del catechista, la sua capacità di collaborare con i genitori e di lavorare in equipe. Gli incontri prevedono una parte teorica e un’implicazione attiva dei partecipanti che valorizzi il loro vissuto e il loro pensiero.

Doppia proposta per la formazione dei catechisti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.