Chiesa
stampa

Continua l’impegno del fondo Famiglie in salita

Grazie al sostegno di diocesi e Fondazione CaRiGo

È continuato l’impegno della Diocesi di Gorizia a favore delle persone disoccupate tramite il Fondo Straordinario Famiglie in Salita. Il Fondo ha erogato un contributo ai datori di lavoro per assumere con i voucher, fino a quando sono stati abrogati, o con un tirocinio formativo oppure un contratto di lavoro a termine persone disoccupate che sono state segnalate dalla Caritas diocesana.
Il Fondo Straordinario Famiglie in Salita è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dall’8 per mille della Chiesa Cattolica a disposizione della nostra Diocesi per le opere di carità e da offerte di privati. Complessivamente in questo anno abbiamo aiutato 53 persone ed il costo complessivo per l’intervento a favore di questi lavoratori è stato di euro 126.880,79.
L’inserimento totale nel progetto "Dignità e Operosità" in collaborazione con alcuni comuni della diocesi di Gorizia dal novembre 2016 a marzo di quest’anno 2017 è stato di 26 persone. Il progetto "Dignità e operosità" aveva lo scopo di inserire persone disoccupate in lavori di manutenzione del verde e dell’arredo urbano in collaborazione con alcuni comuni della nostra Diocesi. L’associazione La Ginestra onlus ha svolto il ruolo di datore di lavoro acquistando i voucher a favore delle persone individuate dalla Caritas. Il progetto Dignità e Operosità non è potuto proseguire nel momento in cui sono stati aboliti da parte del governo i buoni vaucher con i quali venivano pagati i lavoratori lasciando nell’impossibilità di avere, la dignità di una corresponsione economica determinata dal proprio lavoro a tante persone che altrimenti hanno difficoltà ad essere inserite in ambito lavorativo. L’introduzione dello strumento legislativo PrestO, che sostituisce i voucher, molto complesso e poco flessibile hanno reso impossibile il loro utilizzo per questo progetto.
L’azione del progetto "Fondo Straordinario Famiglie in Salita" in questo ultimo anno, oltre al progetto Dignità e Operosità, ha inserito altri 27 disoccupati nel mondo del lavoro mediante buoni vaucher, fino a che è stato possibile, poi con stipula di contratto di lavoro a tempo determinato, naturalmente con costi più elevati rispetto all’utilizzo dei vaucher. Di queste l’81% è di cittadinanza italiana e il 19% è straniera e 14 sono state inserite in aziende no profit e 13 in varie realtà imprenditoriali presenti nel territorio della nostra diocesi.
Il Fondo Straordinario Famiglie in Salita non ha l’obiettivo di risolvere il problema della disoccupazione, ma vuole essere soltanto una piccola luce di speranza a coloro che disperano ormai di non trovare un’occasione di lavoro. Un grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e a tutti gli altri donatori che permettano che la fiammella del Fondo Straordinario di Solidarietà non si spenga e possa continuare a regalare speranza ai disoccupati residenti nel territorio della nostra diocesi.

© Voce Isontina 2022 - Riproduzione riservata
Continua l’impegno del fondo Famiglie in salita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.