Chiesa
stampa

A Feltre per rafforzare i legami di amicizia

Alla Festa dell'Amicizia presenti 700 persone dal Triveneto

Parole chiave: Unitalsi (16)
A Feltre per rafforzare i legami di amicizia

La Festa dell’Amicizia Unitalsiana, che ha lo scopo di rafforzare e consolidare i rapporti di amicizia tra i componenti delle Sezioni e Sottosezioni Unitalsi del Triveneto, quest’anno si è svolta a Feltre e Pedavena sabato 12 ottobre, con il coinvolgimento di circa 700 persone.
Dal complesso sportivo di Feltre Palaghiaccio ci siamo incamminati sfilando lungo le vie capeggiati da tamburi, sbandieratori, stendardi di Sezione e Sottosezione fino al Duomo, per la S. Messa celebrata dal Vescovo di Belluno-Feltre Mons. Renato Marangoni e animata dal coro di Pellestrina.
Nella chiesa gremita ha portato il suo saluto la Presidente della Sezione Triveneta Renata Stevan. E iniziata quindi la celebrazione della S.Messa nella quale il Vescovo riferendosi al brano del Vangelo di S.Luca che era stato appena letto, in cui Gesù risponde alla donna: "Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!",  ha messo in risalto la bellezza del servizio e di come ci sia uno sguardo particolare, perché divino, su malati e volontari.
Constatando quanto davvero sia possibile la gratuità, ci ha spronati a portare quel dono di Dio che è in ognuno di noi, che significa anche portare giustizia e saper superare le divisioni. Con un incisivo: "Beati voi!" il Vescovo ha concluso la sua omelia, il cui effetto è stato un caldo e paterno abbraccio. Coinvolgente anche il suo invito a tenerci tutti per mano nella preghiera del Padre Nostro.
In chiusura della S. Messa è intervenuto, a sorpresa, il nostro Presidente Nazionale Antonio Diella, ricordando l’Unitalsiano Carlo Fiorese che deceduto la settimana prima della festa dell’Amicizia, anni fa, fu ideatore e animatore della stessa, lasciandoci una testimonianza grande; aggiungendo che nella vita siamo in cammino e ciascuno di noi può scrivere una pagina, grande o piccola, in seno alla famiglia Unitalsiana.
Mentre all’interno del Duomo echeggiava il canto finale, Mons. Marangoni ha salutato uno ad uno i tanti malati presenti, soffermandosi e scambiando con loro alcune parole.
Durante il viaggio di ritorno, nel nostro pullman abbiamo condiviso l’esperienza della particolare giornata e di come sia arricchente lo stare e pregare insieme, grazie anche alla presenza di Don Nino Comar.
Non può mancare un encomio al caro e bravo autista Nicola che, come sempre, con fare professionale, estrema finezza e affabilità, si prende cura dei malati: nel manovrare la pedana sulla quale anche lui sale, insieme alla persona da accudire con la sua carrozzina, assume la postura di protezione e, nell’osservarlo ogni volta che si accinge a tale manovra, non si può che provare ammirazione mista a commozione. Grazie Nicola!

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
A Feltre per rafforzare i legami di amicizia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.