Chiesa
stampa

20 anni l’ordinazione episcopale e l’ingresso del vescovo Dino

Domenica 26 settembre 1999 monsignor De Antoni sedeva per la prima volta sulla cattedra della chiesa metropolitana

Parole chiave: monsignor Dino De Antoni (14)
20 anni l’ordinazione episcopale e l’ingresso del vescovo Dino

Due giugno, 15 settembre e 26 settembre 1999: sono le date che  il calendario ci ricorda e riguardano, venti anni fa, la nomina ad arcivescovo (e poi la consacrazione nella cattedrale di Chioggia e l’ingresso in diocesi), del sacerdote mons. Dino De Antoni.
Venti anni.
Mons. Dino - divenuto vescovo emerito nel 2012 -  ha concluso la sua esistenza tra noi solo alcuni mesi fa,
La Chiesa goriziana, uscita dal Sinodo diocesano, si preparava a celebrare il grande Giubileo del 2000 - dato significativa per un terra e genti di diversa identità, lingue e tradizioni - all’insegna proprio di quella "riconciliazione" che il passaggio dal secolo delle due grandi guerre, diventa il secolo ventunesimo per l’umanità e per la Chiesa.
Un passaggio che il sacerdote di Chioggia -maturato da una lunga esperienza presbiterale, quasi quaranta anni dall’ordinazione sacerdotale (1960) - si apprestava a vivere con leggerezza e consapevole coraggio, pur dichiarando al momento della nomina improvvisa e impensata di conoscere poco la nuova destinazione, la sua storia e la sua vicenda.
Un passaggio avvenuto in maturità e dopo una lunga esperienza da vicario generale e con impegnativi cambi di servizio.
Don Dino era stato parroco della cattedrale di Chioggio, giudice e collaboratore diocesano; una laurea in diritto canonico con  grande attenzione storica che lo avevano portato a scrivere con altri la storia della chiesa di Chioggia; poi il lungo ministero di vicario accanto a vescovi di diversa personalità.
L’impatto in diocesi di Gorizia, pertanto, non poteva che essere soft come in tutto don Dino interpretava la vita e la attività.
La cura dei rapporti personali e la predicazione sono state subito al centro della sua azione: una scelta di conoscenze e di verifiche, alcune anche impegnative e dolorose; un’attenzione diventata una parte rilevante del suo ministero pastorale.
Accuratezza e puntualità, insieme con la ricerca di una grande aderenza alla vita delle persone.
Lo si poteva verificare nel momento della celebrazione delle cresime nelle parrocchie, ma anche nelle omelie dalla cattedra dei santi Ilario e Taziano nelle occasioni festive o nella festa patronale, ad Aquileia e in tante altre comunità dove era stata richiesta la sua presenza.
Alla preparazione attenta e perfino meticolosa si aggiungeva la puntualità teologica e la capacità di tenere viva l’attenzione fino alla fine.
Venti anni di vita diocesana sono stati pieni di attività e di presenza.
Monsignor De Antoni - che non amava certo le decisioni autoritarie - ha scelto la strada dell’accompagnamento, dell’incontro e del non aprire e non chiudere; piuttosto è stato attento ad evidenziare impegni, focalizzare occasioni e raccomandare una continua tensione.
L’azione pastorale per il vescovo Dino era un po’ tutto questo: incoraggiamento, prudenza e insieme una lettura meno pessimistica della situazione, con uno sguardo a quanto poteva essere di fiducia.
La prima visita pastorale - che avviene nel tentativo di coniugare le novità e le indicazioni delle intuizioni sinodali - viene ricordata dalla presenza del vescovo nelle comunità; una presa di contatto e di conoscenza che ha fatto fatica a diventare decisioni condivise e soprattutto capaci di innestare una marcia diversa.
Rimane le buona memoria del vescovo che passa e segna con uno stile pastorale molto popolare e vicino alle persone, nelle comunità parrocchiali, nei gruppi e nei comuni.
Dare continuità alle iniziative del predecessori e non far mancare ad essere una seria alimentazione di fede e di teologia secondo le indicazioni conciliari, è stata la testimonianza di monsignor Dino De Antoni.
Farne memoria è un piacevole dovere.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
20 anni l’ordinazione episcopale e l’ingresso del vescovo Dino
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.