Chiesa

Domenica 25 aprile, il vescovo Carlo ha presieduto in cattedrale una liturgia eucaristica nel corso della quale ha conferito il ministero dell’accolitato e del lettorato a Manuel Millo ed il ministero del lettorale a Matteo Marega, alunni del seminario interdiocesano di Castellerio.
Pubblichiamo i passi centrali dell’omelia di mons. Redaelli

Un ricordo a cinque anni dalla morte: era stato uno dei primi cinque  diaconi permanenti ordinati in diocesi da padre Antonio Vitale Bommarco

Ad un mese dall’improvvisa scomparsa di don Paolo Bonetti, lo ricordiamo con la testimonianza di Angela Bortoluzzi, presidente provinciale isontina della Coldiretti

Concluso il ciclo degli incontri per gli operatori pastorali della diocesi. Don Loris Della Pietra e Andrea Barachino raccontano quest'esperienza.

“La preoccupazione per il matrimonio come momento liturgico, sì c’era: il timore sul riuscire a farlo o no; meno invece il fattore "festa" che quest’anno è andato proprio, non dico all’ultimo posto, ma rientrato nella giusta dimensione… questa pandemia, forse, ci ha fatto capire che cosa veramente conti nella vita”

Intervista a padre Claudio Bortolossi, di rientro in Italia dopo una lunga esperienza - ben 23 anni - di missione in Colombia, nella città di Buenaventura

Secondo incontro di formazione unitaria per il settore adulti

Venerdì 26 marzo l’arcivescovo Carlo ha presieduto nella chiesa di S.Maria Assunta dei Padri Cappuccini in Gorizia una liturgia penitenziale in preparazione alle festività pasquali. Pubblichiamo di seguito la riflessione che ha pronunciato durante il rito.

L’arcivescovo Carlo ha stabilito che si possa usare in questo tempo di preparazione alla Pasqua anche la cosiddetta "terza forma"